UniCredit: esuberi in Austria e piano anti Amazon e Google

I magheggi di Unicredit: riduzione del personale e nuovi modelli di business. I competitor? Non più Banca Intesa ma Amazon e Google.

UniCredit, 850 esuberi in Austria. Il piano anti Amazon e Google

Il nuovo piano, "Bank Austria 2020", vuole anche essere una risposta, spiega l'istituto di credito, alle mosse dei potenziali concorrenti come Amazon e Google. Operatori appena entrati nel mercato bancario con differenti modelli di business e strutture più snelle e che tra qualche anno rischiano di erodere ulteriormente la redditività di un settore già messa a dura prova da un contesto economico stagnante, caratterizzato da bassi tassi d'interesse e dai costi aggiuntivi (circa 270 milioni all'anno, quantifica Bank Austria) legati agli stress test Bce e alla nuova normativa di Basilea 3. Oltre alla pressione fiscale che in Austria costringe UniCredit a versare ogni anno circa 97 milioni all'Erario. Una sproporzione per le dimensioni del mercato.

…..

La banca non specifica i numeri, ma fonti vicine al dossier riferiscono di 850 esuberi su circa 9.900 dipendenti complessivi. Bancari individuati per la maggior parte nell'area del back-office e per cui il gruppo farà ricorso a forme di uscita volontaria, perlopiù attraverso prepensionamenti. Sempre sul fronte del personale, altri risparmi verranno raggiunti facendo ricorso al blocco del turn-over e all'adozione di contratti part-time.

Qui per leggere l'intero articolo pubblicato da Affaritaliani.it