Telefonino alla guida: ritiro patente e niente sconti sulle multe, facciamo chiarezza

(…) il Governo sta lavorando ad alcune modifiche al Codice della strada. Modifiche che potevano trovare posto come emendamento ad hoc, al testo della manovra in sede di conversione in legge, ma che a questo punto molto probabilmente saranno contenute in un decreto ad hoc che, secondo quanto anticipato dal Sole24Ore, dovrebbe arrivare entro l’estate.

Tra le misure allo studio, oltre al divieto di sorpasso dei ciclisti a meno di un metro e mezzo e la norma sui controlli automatici (soprattutto per i veicoli senza assicurazione), ci sarebbe proprio la previsione del ritiro immediato della patente per chi usa il telefono alla guida (e non dunque come ora in caso di recidiva). Ciò comporterebbe, inoltre, l’impossibilità di fruire della riduzione del 30% per chi paga la multa entro 5 giorni, perché tale beneficio è escluso per le violazioni che comportano la sospensione della patente. Quello che ancora non è chiaro, invece, è se a cambiare saranno anche l’importo della multa e i punti da decurtare.