“Salviamo papà”: così la Boschi ha votato per tutelare i responsabili del crac

C’è un solo modo per dimostrare che il governo non ha fatto un decreto Salvabanchieri, ma un provvedimento che interessa tutti e ha come obiettivo la sola messa in sicurezza di correntisti e dipendenti. E quel modo consiste nella modifica del decreto e nella cancellazione della norma che impedisce agli azionisti di proporre una causa civile contro gli ex amministratori. Lo abbiamo spiegato ieri – scrive Maurizio Belpietro su “Libero”: a differenza di quanto sostiene il presidente del Consiglio, il decreto con cui il 13 novembre l’Italia ha recepito le nuove norme della Ue in materia dei fallimenti bancari contiene un passaggio che riguarda la tutela degli ex vertici degli istituti di credito falliti, comma che nella direttiva europea non è previsto.

button