Procedure di infrazione europea a carico dell’#Italia in materia di #rifiuti

Banchi a rotelle, monopattini e financo i rubinetti…milioni di euro buttati in mance e mancette….ma per le sanzioni UE all’Italia per la gestione ambientale nessuno se ne preoccupa!

Ecco intanto alcune delle sanzioni pecuniarie a cui dovremo dare seguito.

Centinaia di milioni di euro che dovremo pagare moi contribuenti. Roba da matti!!!

Tra le infrazioni che riguardano le norme ambientali, particolare rilevanza assumono quelle sui rifiuti.

Le procedure di infrazione comunitaria che pesano oggi sull’Italia sono 86, in leggero calo rispetto ai dati di luglio scorso, quando se ne contavano 91. Per quanto riguarda i settori maggiormente interessati dalle procedure di infrazione europea pendenti, abbiamo l’ambiente, seguito da trasporti e mobilità, industria e mercato e tassazione e dazi

(…)

Procedura di infrazione 2003/2077

(…) Nel 2013 la Corte europea ritiene che l’Italia non abbia posto in essere tutte le azioni volte a dare esecuzione alla prima sentenza e per tale motivo (causa 196/13), nel 2014, la condanna al pagamento di una sanzione forfettaria di circa 40 milioni di euro e di una penalità semestrale di oltre 42 milioni di euro da pagare fino all’esecuzione completa della sentenza. La sentenza di condanna riguarda 200 discariche, di cui 198 non conformi alle direttive 1975/442 e 1991/689 per le quali sono necessarie operazioni di bonifica per dare completa esecuzione alla sentenza e 2 non conformi alla direttiva 1999/31 per le quali occorre dimostrare l’approvazione di piani di riassetto oppure l’adozione di decisioni definitive di chiusura.(…)

Procedura di infrazione 2007/2195

(…) Non avendo adottato tutte le misure necessarie all’esecuzione della sentenza di condanna con cui si concretizza l’infrazione (causa 297/08), l’Italia è condannata alle spese, con la sentenza di condanna da parte della Corte europea di giustizia (causa 653/13), ovvero una sanzione pecuniaria corrispondente ad una somma forfettaria di 20 milioni di euro ed una penalità di 120.000 euro per ciascun giorno di ritardo nell’adeguamento alle disposizioni della direttiva e della sentenza stessa. (…)

L’intera analisi delle procedure in corso la trovate qui:

Le procedure di infrazione europea a carico dell’Italia in materia di rifiuti

Immagine:

Foto di Hans Braxmeier da Pixabay