La Regione chiede indietro i soldi ai partiti per le spese irregolari del 2012

(…) “Pur avendo riscontrato -ha aggiunto Cattaneo- la presenza di diversi errori formali che sono stati segnalati ai Revisori dei Conti e da loro stessi corretti riconoscendone la fondatezza, abbiamo deciso di procedere celermente con gli atti anche per evitare che si scatenassero polemiche fondate sul nulla, come un po’ abbiamo già visto quest’oggi sulla stampa. Il timore dell’UdP ieri era infatti quello che ci potessero essere altri errori formali tali da dare luogo a contestazioni non fondate”.

Il riferimento è diretto a un articolo con alcune dichiarazioni del Consigliere Segretario Eugenio Casalino, che il Presidente Cattaneo ha definito “capziose” poiché “sostengono che ci sarebbe stata una volontà da parte dell’UdP di tirare per le lunghe con l’obiettivo di far scadere i termini della prescrizione”.

“E’ una considerazione – ha detto Cattaneo – di cui il Consigliere Casalino si assume la responsabilità sapendo perfettamente che non era questa né la volontà né l’intenzione dell’UdP, tant’è che ieri abbiamo tutti ribadito la necessità di approvare entro i termini tutti gli atti previsti”. (…)

Celermente?!?!?! Dal 2012 non si è ancora arrivati ad un atto formale e definitivo? Ecco cosa va riformato, altro che il Senato…
Immagine: giphy.com