#fabi: il sindacato è politica?

A quanto pare sì. Ed anche di basso profilo. Si vende al qualunquismo di sinistra. Perchè un sindacato decide di cavalcare i bollenti spiriti dei manifestanti a orologeria? La storia (più o meno recente) è piena di casi conclamati in cui il sindacato opera più da soggetto politico-partitico che da difensore dei lavoratori. E questo si traduce inevitabilmente in un tradimento della propria missione.

Forse perché il sindacato non è migliore del Paese, ma ne rispecchia vizi e virtù. O sbaglio?

V E R G O G N A !!! Strumentalizzare la morte di un uomo, e poi a quale scopo? Che il Segretario nazionale si deve candidare nel PD?

Mi dispiace solo che il sindacato al quale sono iscritto pensi semplicemente di sfruttare un brutale caso di cronaca per finalità di marketing (o meglio di marchette).

Certo che i compagni non hanno ne etica ne rispetto. Che schifo!

Consiglio di leggere:

Per colpire Trump usano pure l’omicidio di Floyd

di Michael Sfaradi

1 Commento

  1. Quando il sindacato non farà più politica inizierà a difendere i lavoratori sul serio senza tentennamenti. Ma purtroppo il sindacato nostrano, è l’immagine del paese e anche il sindacato deve essere politically correct. E se una sigla decide di andare addossso a tizio piuttosto che a sempronio, anche gli altri ci andranno solo per interessi di bottega non sia mai che avessero poi ragione. Se si sbaglia, pace mal comune mezzo gaudio, si butta tutto e non se ne parla più.
    Personalmente ho imparato a stare fuori da tutte le beghe che non riguardavano espressamente l’attività sindacale. E il ritorno c’è sempre stato perchè poi, i lavoratori come cittadini, non sono coglioni, anche se questi cazzari di turno li trattano come tali.

I commenti sono bloccati.