Autorità anticorruzione indaga sul matrimonio Fiba Cisl con Dircredito?

E’ quanto rivela Dagospia:

DAGOANTICIPA E CANTONE INDAGA: L’AUTORITÀ ANTICORRUZIONE INDAGA SUL MATRIMONIO TRA LA CISL E LA DIRCREDITO, NEL MIRINO LA SPARTIZIONE DEGLI IMMOBILI – E ALLO SPORTELLO SARÀ UN’ESTATE ROVENTE: SCATTA UN FRENETICO RISIKO DI POLTRONE

(…)

C’è dell’altro: la fusione fra queste due sigle sembra non aver convinto l’Autorità nazionale anticorruzione e il presidente Raffaele Cantone avrebbe ordinato agli “sceriffi” un approfondimento specifico. L’indagine rientrerebbe nell’ambito di una verifica a tappeto sul mondo sindacale e, in particolare, sui fondi interprofessionali di cui ha parlato il Giornale nei giorni scorsi.

Quanto a Dircredito, nello specifico, i Cantone boys avrebbero posto l’attenzione sulla scissione delle attività sindacali, che sarebbero confluite in una nuova associazione non riconosciuta, battezzata Nuovo Dircredito. Tutto il resto cambierebbe scopo sociale in attività di servizio, comunicazione e divulgazione stampa mantenendo tra gli asset l’immobile di Roma (del valore di 2,4 milioni di euro) e la cassa pari a circa 2 milioni. A capo di questo settore verrebbe piazzata Cristina Attuati, ritenuta molto vicina al napoletano 62enne Maurizietto Arena ribattezzato dagli amici sfogliatella.

L’attenzione dell’attuale gruppo dirigente Dircredito si concentrerà poi su Assodirbank, associazione non riconosciuta, costituita nel 1994 in occasione della creazione di Sindirigenticredito che a sua volta nasceva dalla fusione dei rami sindacali di Sidirbank – con cospicuo patrimonio – Uniosin e Sindirettivo. Sidirbank, titolare di immobili e liquidità, scisse poi il ramo sindacale, ma è rimasta ancora in vita amministrando un patrimonio immobiliare di circa 2 milioni di euro tra Roma e Milano. E come spesso dice Arena l’appetito vien mangiando …

Un’altra bomba sta per esplodere in casa First-Cisl in quanto Pinocchio Romani ha appena acquisito come dirigente sindacale l’ex segretario nazionale del sindacato Falcri, Mariangela Comotti, denunciata tre volte dalla sua ex organizzazione e rinviata a giudizio per appropriazione indebita per un ammanco pari a oltre 200mila euro. Un paio di udienze sono già state celebrate.

(…)

TUTTO L’ARTICOLO QUI